Lezioni di Cibo

Radio Sol Mansi e la Fiera delle possibilità insieme per un progetto di educazione alimentare per combattere la malnutrizione e cambiare la mentalità. A prima vista sembrerebbe un paradiso terrestre. Vegetazione lussureggiante, corsi d'acqua trasparenti, mare pescosissimo... Eppure la Guinea Bissau non solo è uno dei Paesi più poveri al mondo, ma è anche uno di quelli in cui la sicurezza alimentare non è garantita alla gran parte della popolazione.

Certo, la guerra e l'instabilità politica continuano a condizionare drammaticamente la vita della gente. Ma anche retaggi culturali e tradizionali, insieme a una catastrofica mancanza di istruzione e una diffusa arretratezza, contribuiscono a far sì che, ancora oggi, questo piccolo Paese dell'Africa occidentale si trascini sull'orlo di una crisi che rischia in ogni momento di precipitare. Anche perché gran parte dei generi alimentari di prima necessità viene importata dall'estero. E, con la crisi economica mondiale del 2008, i prezzi sono aumentati esponenzialmente, aggravando ancor di più il tasso di povertà cronica.Sta di fatto che, oggi, il 34 per cento delle famiglie della Guinea Bissau vive una situazione di insicurezza alimentare, mentre un altro 28 per cento è a rischio.E allora sensibilizzare e formare il maggior numero di persone possibile sul valore e l'importanza di una corretta alimentazione è una priorità non trascurabile. Di cui si sono fatti carico alcuni missionari del Pime. È quanto sta facendo, in particolare, padre Davide Sciocco, inserendosi sul cammino di alcuni suoi confratelli e aggiungendo un tocco "comunicativo" che appartiene al suo specifico Dna.Padre Davide, direttore e fondatore di Radio Sol Mansi, emittente cattolica e principale radio della Guinea Bissau, ha pensato bene di usare questo strumento apprezzato ed efficace per combattere la fame e promuovere una corretta alimentazione. E se la Radio si configura come il pilastro comunicativo di questo progetto, il Centro Feira das Possibilidades - Fiera delle possibilità, Centro di formazione agricola - ne rappresenta il sostegno pratico.Nata nel 2004 dalla fantasia e dall'intraprendenza di un altro missionario del Pime, padre Alberto Zamberletti, allora direttore della Caritas nazionale (e attualmente nel consiglio generale) - in collaborazione con la diocesi di Bafatá, guidata da un altro missionario del Pime, dom Pedro Zilli - la Feira ha sede a Nhabijão, nel cuore del Paese. Qui, grazie a una fattoria-modello, realizza corsi di formazione che favoriscono l'iniziativa e il protagonismo degli individui e delle comunità e promuove le colture e l'utilizzo di prodotti locali.

«La Fiera delle possibilità - spiega padre Alberto - vuole offrire risposte concrete alla necessità della popolazione di superare la situazione di abbandono rurale e la disoccupazione dilagante specialmente tra i giovani, introducendo nuove tecnologie appropriate che possano favorire lo sviluppo locale soprattutto in campo agricolo o nella creazione di piccole attività artigianali e commerciali. Il Centro è diventato in questi anni un luogo privilegiato di scambio di idee e di esperienze con l'appoggio e il contributo di specialisti locali e internazionali, in vista di una più profonda e incisiva promozione umana e sociale».«Il 70 per cento della popolazione guineana - ricorda padre Davide - vive in aree rurali, sebbene negli ultimi anni si stia vivendo il fenomeno dell'abbandono di queste regioni con conseguente urbanizzazione selvaggia. Attualmente, solo l'8 per cento del territorio è coltivato, a causa della mancanza di investimenti nel settore agricolo, di sistemi di irrigazione, dell'erosione della terra e del disboscamento, nonché per gravi deficit di formazione della gente. L'insicurezza alimentare ha gravissime conseguenze, tra le quali un alto tasso di denutrizione e mortalità infantile». Di qui, l'importanza di far arrivare alla popolazione messaggi forti circa l'importanza di una corretta alimentazione e circa la valorizzazione dei prodotti locali. È quanto si è cercato di fare attraverso il progetto congiunto Fiera-Radio Sol Mansi.«Abbiamo insistito molto nei nostri programmi radiofonici - continua padre Davide - sull'utilizzo di prodotti locali per migliorare l'alimentazione, sulla necessità di cambiare i modi errati di mangiare e sull'importanza nutrizionale dei cibi naturali. Inoltre, abbiamo cercato di migliorare l'economia domestica come strumento di lotta alla povertà estrema e cronica».Grazie soprattutto alla competenza del personale della Feira das Possibilidades sono stati realizzati corsi di formazione pratica nell'area dell'agroecologia, con seminari di agricoltura di base, frutticoltura, apicoltura, trasformazione dei prodotti (frutta e verdura) e allevamento di animali da cortile. Alcuni gruppi di partecipanti sono stati poi accompagnati nei loro villaggi al fine di monitorare da vicino le attività intraprese in seguito ai corsi.«È molto importante lavorare in ambito rurale - sottolinea Enrico Pietrobono, dell'Associazione Laici Pime (Alp), che lavora alla Feira dal novembre del 2010 - anche con piccoli progetti. Attualmente ne organizziamo una cinquantina all'anno, a cui partecipano un migliaio di persone. Più il lavoro che viene fatto in diverse zone del Paese e nei villaggi. Sono soprattutto le donne a frequentare il Centro. Il che ha spesso risvolti molto positivi. Perché le donne sono i pilastri della famiglia e della comunità, nonché autentici motori di sviluppo».

 

Resta in contatto con P. Davide

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Ascolta Radio SolMansi

La Radio in Guinea Bissau è molto importante: si possono prevenire le malattie, favorire campagne di sensibilizzazione, educare al dialogo, alla pace ed all'ecologia, denunciare violazioni di diritti umani.

Contatti

Padre Davide Sciocco
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segreteria Padre Davide

c/o Sciocco Virgilio - Via Toti, 5
20010 Canegrate(MI)

3404679056

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright Africa Padre Davide 2019